Home News Attualità Vaccini, il punto del D.S. Ausl Ciotti: “Ipotesi prime vaccinazioni in Fiera...

Vaccini, il punto del D.S. Ausl Ciotti: “Ipotesi prime vaccinazioni in Fiera dal 22 febbraio “

0

Nel nuovo appuntamento con “Coronavirus, capire l’emergenza”, format di approfondimento a cura dell’Azienda USL, il direttore sanitario Emanuele Ciotti, ha sottolineato come in questo momento ci sia una stabilità sul territorio in termini di contagio e come la campagna vaccinale stia procedendo, a fronte anche degli arrivi previsti di circa 30mila dosi per la provincia di Ferrara.


Il punto su epidemia e campagna vaccinale

“La situazione ospedaliera è migliorata” ha affermato Ciotti mettendo in evidenza come finalmente terapie intensive stiano “respirando”. Naturalmente l’impegno sul fronte ospedaliero resta importante e c’è molta attenzione a fronte delle recenti aperture previste dal passaggio in zona gialla.
“Questa è una settimana molto importante per l’arrivo dei vaccini” ha poi spiegato Ciotti riferendosi alla campagna vaccinale e alle quasi 30mila dosi di vaccini (tra Pfizer, Moderna e AstraZeneca) che nel mese di febbraio arriveranno a Ferrara. Questa settimana chiuderemo anche le seconde dosi per le Cra, ospiti ed operatori”.
Soddisfazione per la copertura vaccinale del personale sanitario: per quanto riguarda l’azienda USL  si è quasi al 72% mentre per l’Azienda Ospedaliera siamo arrivati a quasi 82%.

Il direttore sanitario ha anche fatto il punto sull’uso del vaccino AstraZeneca e spiegato come si sta predisponendo l’organizzazione dei diversi punti vaccinali sul territorio ipotizzando di partire con le somministrazioni in Fiera a Ferrara già dal 22 di febbraio.

Vaccini: a febbraio in arrivo a Ferrara quasi 30.000 dosi, 6.700 saranno di AstraZeneca

Cefalea, approcci e nuove terapie a Ferrara

A fotografare invece una patologia complessa, ma spesso silenziosa, come la cefalea, sono state Valeria Tugnoli Direttrice UOC di Neurologia Azienda Ospedaliero Universitaria, Elisa Sancisi neurologa AUSL Ferrara.
Nel nostro territorio sono quasi 50mila le persone che ne soffrono e le due neurologhe hanno spiegato fattori scatenanti e incidenza della patologia per età e sesso.
Infine il capitolo delle terapie e della presa in carico:  recentemente, anche a Ferrara è stato autorizzato il trattamento con la tossina botulinica Tipo A con gli anticorpi monoclonali. Non solo, è stato costituito un gruppo di lavoro multidisciplinare per la presa in carico dei pazienti che prossimamente vedrà anche l’apertura di un nuovo ambulatorio presso la Cittadella S. Rocco.

Il format viene diffuso, ogni martedì alle ore 18.00 sulle pagine Facebook dell’azienda Usl di Ferrara, Comune di Ferrara, Comune di Cento, Comune di Codigoro, e sul canale Youtube Ausl Ferrara.
Qui il link della puntata di oggi.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome