Home News Attualità Vaccino anti Covid, le prime somministrazioni a Ferrara – VIDEO e INTERVISTE...

Vaccino anti Covid, le prime somministrazioni a Ferrara – VIDEO e INTERVISTE –

0

Noemi Melloni, 27 anni, di Cento, medico delle Usca dell’Azienda Usl di Ferrara. E’ stata lei alle 14.05 di oggi, a ricevere la prima dose di vaccino anti Covid in provincia di Ferrara. Subito dopo è toccato a Vincenzo Maragno, infermiere 37enne di Matera, in servizio presso l’Azienda Ospedaliera S. Anna di Ferrara, farà parte dell’equipe di infermieri vaccinatori. 

“Una giornata storica, piena di emozioni, che rappresenta solo l’inizio” hanno sottolineato il Direttore Sanitario Ausl, Emanuele Ciotti e la direttrice generale dell’Azienda Ospedaliera S. Anna Paola Bardasi.

Oggi sono stati vaccinati 50 tra medici e infermieri delle aziende sanitarie di Ferrara, ma dai primi di gennaio inizieranno le somministrazioni della prima fase.

A chi verrà verrà somministrato nella prima fase?

Tutto è già stato definito, dal numero di medici coinvolti alla distribuzione dei centri di somministrazione. Si partirà da quelle che il Ministero della Salute ha individuato come categorie alle quali è più urgente somministrare il vaccino: tutto il personale degli ospedali, pubblici e privati, e dei presidi socio-sanitari territoriali, dai sanitari ai tecnici, agli amministrativi, nonché i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta; i volontari e i dipendenti delle associazioni e delle attività di emergenza di trasporto sociale; tutto il mondo delle strutture residenziali per anziani, sia operatori che ospiti.

In questa prima fase, in Emilia Romagna, le persone che potenzialmente, dato che non c’è l’obbligatorietà, potranno essere vaccinate, sono circa 180mila, per un totale di oltre 360.000 somministrazioni; sono infatti previste due dosi per ogni vaccinazione, a partire appunto da inizio gennaio e nell’arco massimo di 46 giorni (23 per il vaccino e altrettanti per il richiamo); ma si stima che ne bastino 18 per ognuna delle operazioni. Si parla quindi di una media di circa 10.000 vaccinazioni al giorno.

Una campagna vaccinale imponente, che la Regione, in accordo con le Aziende sanitarie del territorio, è già andata a definire in ogni suo aspetto. E che per ora ha riscosso una adesione massima: dai primi quesiti sulle intenzioni di vaccinazione inviati al personale sanitario, quasi la totalità, il 96%, ha espresso la propria volontà a vaccinarsi.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome