Home News Attualità A Cona riprende la scuola in ospedale, Bardasi: “Servizio importante per i...

A Cona riprende la scuola in ospedale, Bardasi: “Servizio importante per i piccoli pazienti!”

0

“Oggi riprende un servizio importante che è la scuola in ospedale. Accogliamo le Docenti dell’Istituto Alda Costa di Ferrara che tornano in ospedale per fare lezioni ai nostri pazienti ricoverati nei Reparti pediatrici. Buon lavoro a loro e buon inizio ai piccoli pazienti, con la speranza che possano tornare al più presto tra i banchi di scuola”.
Così il Direttore Generale Paola Bardasi, questa mattina, ha ricevuto le due insegnanti – Chiara Forlani e Paola Iannuzzi – che hanno ripreso servizio a Cona.
Per ora i bambini che frequenteranno le lezioni sono 4, ma probabilmente già nei prossimi giorni potranno aumentare.

La scuola ospedaliera. La scuola ospedaliera si propone di garantire a tutti i bambini e ragazzi ospedalizzati il diritto fondamentale alla scolarizzazione e alla cultura, promuovendo una loro assistenza globale, nella loro integralità di persone bisognose di “cure” e di attenzioni. E’ una sezione di Scuola Statale, istituita dal Ministero della Pubblica Istruzione, attraverso una Collaborazione Interistituzionale. L’Istituto Comprensivo Statale n. 2 “Alda Costa” cura la progettazione e la realizzazione del progetto mettendo a disposizione 2 docenti di ruolo delle scuole secondaria di primo grado (per l’insegnamento di italiano, storia e geografia e di scienze matematiche, chimiche, fisiche e naturali).

L’attività della Scuola in Ospedale, rivolta a bambini e ragazzi in età scolare ricoverati presso i reparti di Chirurgia, Clinica e Divisione Pediatrica dell’Ospedale “S.Anna” e presso il Dipartimento di Medicina Riabilitativa “S.Giorgio”, prevede un primo momento di conoscenza reciproca, per passare poi al sostegno più strettamente scolastico, privilegiando le richieste del bambino/ragazzo, nel rispetto dei suoi desideri e delle sue condizioni psico-fisiche, e in accordo con i familiari che lo affiancano.

Nel caso in cui la degenza di un alunno sia prolungata, è previsto il contatto con la scuola di provenienza e con i docenti della classe, e al termine della degenza, l’invio alla scuola stessa di una relazione sull’attività svolta, che sarà inserita nel fascicolo personale dello studente.
Se, dopo la dimissione, uno studente non può tornare a scuola per un periodo superiore a 30 giorni, il Ministero della Pubblica Istruzione garantisce la possibilità di usufruire dell’istruzione domiciliare, previa certificazione medica e richiesta scritta dei genitori alla scuola di appartenenza.

Per informazioni ci si può rivolgere alla segreteria dell’Istituto Comprensivo n. 2 “Alda Costa” di Via Previati 31 – Tel.  0532/205756 – 202119;  Fax. 0532/241229 –

E-mail: feic810004@istruzione.it  oppure al coordinatore infermieristico della Chirurgia Pediatrica.

Biblioteca Biblù. E’ una biblioteca-ludoteca, allestita presso il reparto di Pediatria dell’Arcispedale di Cona, curata e gestita dall’Associazione C.I.R.C.I. (Scopri di più)

Dopo 203 giorni riaprono le scuole, la “check list” per le famiglie

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome