Home News Attualità Gravidanza, tutti gli esami gratuiti e le esenzioni previste per le future...

Gravidanza, tutti gli esami gratuiti e le esenzioni previste per le future mamme

0
Le coppie che desiderano avere un bambino e le donne in stato di gravidanza hanno diritto ad eseguire gratuitamente – senza pagare il ticket – alcune visite ed esami specialistici e diagnostici, utili per tutelare la loro salute e quella del nascituro.
Le prestazioni gratuite
  • le visite mediche periodiche ostetrico-ginecologiche
  • alcune analisi da eseguire prima del concepimento, per escludere la presenza di fattori che possano incidere negativamente sulla gravidanza. Se la storia clinica o familiare della coppia evidenzia condizioni di rischio per il feto, possono essere eseguite in esenzione tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per accertare eventuali difetti genetici, prescritte dal medico specialista;
  • gli accertamenti diagnostici per il controllo della gravidanza fisiologica indicati, per ciascun periodo di gravidanza. In caso di minaccia d’aborto, sono da includere tutte le prestazioni specialistiche necessarie per il monitoraggio dell’evoluzione della gravidanza;
  • tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per la diagnosi prenatale in gravidanza, nelle specifiche condizioni di rischio per il feto, prescritte dallo specialista;
  • tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per il trattamento di malattie (preesistenti o insorte durante la gravidanza) che comportino un rischio per la donna o per il feto, prescritte di norma dallo specialista.
I tipi di esenzione

Il medico riporta nell’apposito spazio della ricetta il codice di esenzione relativo alla settimana di gestazione in cui le visite/esami devono essere erogate. Questi i codici:

– M00 :  esente per stato di gravidanza in epoca pre-concezionale
– M01- M41: esente per stato di gravidanza in gravidanza ordinaria
– M50 : esente per stato di gravidanza in gravidanza a rischio
– M52 : ulteriori prestazioni in gravidanza erogate al personale navigante

Chi  ha diritto all’esenzione per gravidanza

– Cittadini italiani, comunitari e stranieri iscritti al SSN (Servizio sanitario nazionale)
– Cittadini comunitari in possesso di TEAM (tessera europea assicurazione malattia)
– Cittadini comunitari non in possesso di TEAM e privi dei requisiti per l’iscrizione al SSN
– Cittadini stranieri titolari di tessera STP (straniero in soggiorno temporaneo), se l’esenzione è indicata sulla ricetta prescritta dal medico di medicina generale o dallo specialista di struttura pubblica.

Gravidanza normale

Esami che vanno effettuati entro la 13esima settimana:

emocromo completo
Gruppo sanguigno AB0, Rh
AST (GOT) e ALT (GPT)
anticorpi virus della rosolia
toxoplasma anticorpi: e IgG negative ripetere ogni 30-40 gg. fino al parto
TPHA: se non eseguito in funzione preconcezionale
VDRL: se non eseguito in funzione preconcezionale
HIV 1-2, ANTICORPI
Glucosio
Esame delle urine chimico fisico e microscopico
ecografia ostetrica
test di CCOMS indiretto: in caso di donne Rh negativo a rischio di immunizzazione il test deve essere ripetuto ogni mese; in caso di incompatibilità AB0, il test deve essere ripetuto alla 34esima-36esima settimana.

I nuovi LEA, livelli essenziali di assistenza del 2017, inseriscono la translucenza nucale tra le prestazione sanitarie offerte gratuitamente senza il pagamento del ticket.

Esami previsti tra la 14esima e la 18esima settimana

Esame delle urine

Tra la 19esima e la 23esima settimana

Esame delle urine
Ecografia ostetrica

Tra la 24esima e 27esima settimana

Glucosio [S/P/U/dU/La]
Esame delle urine

Tra la 28esima e la 32esima settimana

Emocromo: Hb, GR, GB, HCT, PLT, IND. DERIV., F. L.
Ferritina: in caso di riduzione dei volume globulare medio
Esame delle urine
Ecografia ostetrica

Tra la 33esima e la 37esima settimana

Virus epatite B,
Virus epatite C
Emocromo
Esame delle urine
HIV 1-2, ANTICORPI in caso di rischio anamnestico

Tra la 38esima e la 40esima settimana

Esame delle urine

Dalla 41esima settimana

Ecografia ostetrica: su specifica richiesta dello specialista
Cardiotocografia: su specifica richiesti dello specialista e se necessario da ripetere fino al parto

Gravidanza dopo i 35 anni

Dopo i 35 anni la donna che aspetta un bambino ha diritto ad avere accesso ad altre prestazioni come l’esame TORCH,  che consente di diagnosticare la presenza di anticorpi contro alcune infezioni come l’Herpes, il Citomegalovirus, la rosolia ed altri; il Bi- Test e il Tri-Test che consentono di combinare i dati, come familiarità, età della madre, precedenti gravidanze, con i risultati dell’esame de sangue per ottenere una percentuale di rischio che il feto abbia anomalie cromosomiche. In caso di risultato positivo di questi test la donna può avere accesso gratuito all’amniocentesi.

Gravidanza a rischio

Il ginecologo fa una certificazione grazie alla quale sarà possibile avere accesso ad altre prestazioni, che verranno prescritte con codice di esenzione M50: sono gratuiti tutti gli accertamenti necessari alla tutela della gravidanza.

Esami specifici in caso di aborti ripetuti

Visita ginecologica
ecografia transvaginale
isteroscopia
biopsia del corpo uterino
anticoaguante lupus-Like
Anticorpi anti cardiolipina
Anticorpi anti microsomi
Anticorpi anti tireoglobulina
Cariotipo da metafasi linfocitarie

Esami preconcezionali

Prima della gravidanza la coppia può avere l’esenzione per alcune prestazioni, che vengono identificate con codice M00.

Per la donna:

Visita ginecologica preconcezionale
Test di COOMBS indiretto
Virus della rosolia
Toxoplasma Emocromo completo
HIV 1-2
GRUPPO SANGUIGNO e Rh
TPHA – VDRL
Resistenza osmotica Eritrocitaria (Test di Simmel)
Emoglobine anomale
PAP test

Per l’uomo:

Emocromo completo
HIV 1-2
Gruppo sanguigno e Rh
TPHA – VDRL
Resistenza osmotica Eritrocitaria (Test di Simmel)
Emoglobine anomale

“Il tuo dono la loro felicità”, in Emilia Romagna si possono donare i gameti alle coppie sterili

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome