Home News Attualità A scuola in sicurezza, il Ministro Speranza: “mascherine e controlli medici”

A scuola in sicurezza, il Ministro Speranza: “mascherine e controlli medici”

0

Le linee guida ci sono, la data di riapertura dell’anno scolastico pure, il 14 settembre. Ora si lavora per organizzare gli spazi ed individuarne di nuovi, e per capire come verranno prediposti eventuali gruppi di studenti o come verranno ripensate le classi.

Risolto il nodo sulla distanza tra i bambini e i ragazzi, 1 metro da bocca a bocca, resta invece da sciogliere quello relativo alle mascherine.

Nel documento illustrato lo scorso 26 giugno dal Premier Conte e dalla Ministra Azzolina si sottolinea che la decisione definitiva verrà presa 15 giorni prima dell’inizio dell’anno scolastico.

“La riapertura delle scuole è fondamentale. Ma in piena sicurezza monitorando costantemente il quadro epidemiologico”. Lo ha detto il Ministro della Salute Roberto Speranza in un’intervista al Messaggero. Gli investimenti “serviranno per il personale e anche a reperire locali laddove siano insufficienti. Dovremo evitare gli assembramenti anche con ingressi scaglionati se necessario”.

“Oggi, ha poi sottolineato Speranza, è in vigore un Dpcm che prevede l’uso delle mascherine nei luoghi al chiuso aperti al pubblico. Dai sei anni in su. Due settimane prima dell’inizio delle lezioni valuteremo la situazione con il Cts e, ha aggiunto il Ministro, potremmo pensare anche a provvedimenti differenti da regione a regione”.

Speranza ha parlato anche di controlli medici costanti. Con il CTS si valutano le ipotesi di test sierologici al personale prima della riapertura e di tamponi molecolari a campione durante l’anno scolastico.

Il Ministro della Salute ha infine ribadito che occorre continuare a “rispettare le regole essenziali come il distanziamento, l’utilizzo delle mascherina e l’igiene delle mani. Non deve passare il messaggio che il virus è vinto perchè non è così.”

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome