Home News Attualità Dal 18 giugno tornano le giostre sul Montagnone di Ferrara

Dal 18 giugno tornano le giostre sul Montagnone di Ferrara

0

12 attrazioni e 4 bancarelle alimentari. Dal 18 giugno e fino al 5 luglio tornano le giostre sul Montagnone.

Il Comune di Ferrara ha deciso, con una delibera di giunta, di concedere all’Associazione Nazionale Esercenti Spettacoli Viaggianti e Parchi (ANESV), l’area verde che affianca viale Alfonso I d’Este, perché possa essere allestito lo spazio del luna park con 12 attrazioni e 4 bancarelle del settore alimentare.

L’area verrà attrezzata con l’opportuna segnaletica e transenne, che saranno fornite in modo da poter delineare i percorsi e delimitare le aree di rispetto del distanziamento sociale. La messa in atto dei piani di sicurezza e di contenimento Covid-19 è affidata all’associazione Anesv rappresentata da Luca Catter, che verrà seguita per garantire che tutta l’attività si svolga nel massimo rispetto delle regole e delle precauzioni sanitarie.

“Siamo contentissimi di poter ritornare a lavorare – afferma Luca Catter presidente territoriale  Em.Romagna-Marche-Umbia dell’ANESV  – e abbiamo messo in campo tutti i protocolli sanitari necessari e adeguati alle direttive regionali per poter ripartire in tutta sicurezza. Lo spettacolo viaggiante si è dato da fare moltissimo in questi giorni e la città di Ferrara ci ha dato l’opportunità di ottenere questo risultato per noi fondamentale. Ringraziamo l’Amministrazione comunale, il sindaco Fabbri e l’assessore Travagli perchè ci hanno sostenuto in questo percorso e ci hanno dato l’input per poter ricominciare le nostre attività nel migliore dei modi. Da giovedì 18 giugno daremo un servizio ai giovani, ai bambini e alle loro famiglie”.

“È un altro passo importante verso la normalità – dice il sindaco Alan Fabbri – per un appuntamento molto sentito da tutta la città con gli spettacoli itineranti e le giostre, che tradizionalmente vengono messe in quest’area e che rappresentano un’occasione molto attesa di divertimento e di svago di cui c’è davvero bisogno per un’iniziativa che è rivolta in particolar modo ai bambini e ai più giovani”.

Anche l’assessore alle Attività produttive e alle Fiere e mercati Angela Travagli esprime grande soddisfazione, perché “Ferrara è tra le prime città della regione – fino ad oggi sono ripartite con questa tipologia di attività solo Faenza, Parma e Vignola – che si sono attrezzate per costituire il parco dei divertimenti, lavorando alacremente non appena sono arrivati i protocolli della Regione”.

L’assessore Travagli sottolinea “la possibilità di offrire un momento di serenità e spensieratezza alle famiglie, che invito ad andare al luna park lasciando indietro i timori, nel rispetto di tutte le regole di sicurezza che saranno garantite” e fa notare che “per il settore economico legato agli spettacoli viaggianti è fondamentale ripartire dopo questo lungo fermo imposto dal lockdown dell’emergenza sanitaria”. Proprio per questo l’area viene data a titolo gratuito e verrà esentata dal pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico durante queste tre settimane di durata del luna park. “Un segnale e un sostegno concreto – conclude l’assessore – che vogliamo dare per supportare questi lavoratori che sono stati fortemente penalizzati dall’arresto delle iniziative in un momento dell’anno decisivo, perché è proprio dal mese di aprile che normalmente riparte uno dei periodi di maggiore intensità lavorativa per giostre e spettacoli viaggianti”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome