Home News Attualità Il Prefetto di Ferrara fa il punto sui controlli: “Nella Fase2 saranno...

Il Prefetto di Ferrara fa il punto sui controlli: “Nella Fase2 saranno mirati ai settori più sensibili”

0

41.952 persone controllate e 2.252 sanzioni applicate. Ferraresi in linea di massima disciplinati tranne nel weekend pasquale durante il quale, in tre giorni sono stati 250 i cittadini sanzionati per irregolarità sugli spostamenti.

Sono questi i numeri dei controlli effettuati sul territorio della provincia di Ferrara durante il lockdown, dall’11 marzo al 3 maggio.

A presentare i dati, ieri, al termine di una Riunione Tecnica di Coordinamento nel corso del quale sono stati esaminati i risultati dell’attività di contenimento del contagio da coronavirus delle Forze dell’Ordine e delle Polizie Locali nella provincia estense, ed è stata pianificata l’attività di monitoraggio e controllo della seconda fase dell’emergenza.

All’incontro hanno partecipato il Questore, il Comandante Provinciale Carabinieri, il Comandante Provinciale Carabinieri, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Dirigente dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro e il Direttore dell’Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro – ASL.

Il ringraziamento del Prefetto

Nel presentare il consuntivo dell’attività di controllo sinora sviluppata il Prefetto Campanaro ha voluto anzitutto rivolgere un ringraziamento ai vertici territoriali delle Forze di polizia ed agli Amministratori locali, per l’impegno e l’equilibrio con il quale è stata gestita la prima fase dell’emergenza: “A tutti gli operatori della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Capitaneria di Porto e delle Polizie Locali va il mio pieno e sincero grazie, perché il lavoro svolto su strada in cinquantaquattro giorni è stato assolutamente determinante, insieme con il senso di responsabilità dimostrato dai cittadini, ai fini del contenimento del contagio qui, in provincia estense. Adesso che entriamo in questa nuova e più complessa fase, occorrono equilibrio e azioni mirate, anche sul versante dei controlli”.

I controlli nella Fase 2

I servizi di controllo, pianificati a cadenza settimanale ed immediatamente attivati, riguarderanno i principali comparti produttivi già interessati dalla ripresa, a cominciare da quelli più sensibili (logistica, chimica, edilizia e grande distribuzione). “La pianificazione dei controlli sarà incentrata – ha sottolineato il Prefetto – su frequenti e intensi scambi informativi, secondo uno stretto coordinamento delle Istituzioni coinvolte: da una parte, opererà personale di ITL, UOPSAL-ASL e Vigili del Fuoco, dall’altra interverranno militari dell’Arma dei Carabinieri, anche attraverso le specifiche competenze maturate nell’attività di supporto all’Ispettorato territoriale”. Per i controlli verranno predisposti nuclei a composizione mista composti da funzionari del Comando provinciale dei Vigili del fuoco, dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro, del Comando provinciale dei Carabinieri, nonché dell’Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro dell’Aziende Sanitarie Locali.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome