Home News Attualità Fase 2 e Centri Estivi, l’Assessore Kusiak: “Noi siamo pronti, servono linee...

Fase 2 e Centri Estivi, l’Assessore Kusiak: “Noi siamo pronti, servono linee guida al più presto!”

0

Ancora l’ufficialità non c’è ma ormai è certo che a scuola non si tornerà prima di settembre.

Come faranno le famiglie ad affrontare, con i bambini a casa, il rientro al lavoro, in vista delle riaperture che gradualmente prevederà la Fase Due? E’ uno degli interrogativi principali che oggi viene posto al Governo e a chi questa Fase Due dovrà gestirla.

Un grande interrogativo, in quest’ottica riguarda anche i Centri Estivi, servizio fondamentale non solo dal punto di vista “organizzativo” per i genitori, ma anche educativo.

Ad oggi l’unico “spiraglio” su eventuali attività estive, è l’apertura del bando ai gestori di centri ricreativi estivi per poter aderire al “progetto conciliazione vita-lavoro” promosso dalla Regione Emilia-Romagna rivolto ai bambini e ragazzi nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni nel periodo di sospensione estiva delle attività scolastiche (giugno/settembre 2020). La regione ha infatti confermato, anche per il 2020, i contributi per il pagamento delle rette dei centri estivi ed il bando è stato pubblicato anche dal Comune di Ferrara, con scadenza 22 maggio.

Qualche gestore privato, in particolare dei servizi 0-6, in questi giorni, con molto ottimismo, sta comunicando alle famiglie di essere pronto per l’estate con progetti all’aria aperta, in accordo con le misure di sicurezza prevista, già addirittura da giugno.

“Ad oggi non c’è nessuna informazione a riguardo, sottolinea l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Ferrara, Dorota Kusiak, non c’è nemmeno l’ufficialità della chiusura dell’anno scolastico”

“Anche noi siamo pronti per i centri estivi, precisa, prima però dobbiamo sapere come farli. Questo è un servizio fondamentale per le famiglie che non hanno di certo tre mesi di ferie a disposizione. Nessuno al momento, incalza la Kusiak, sta considerando il periodo estivo.” Quanto ai gestori del centri estivi privati spiega che, se e quando ci saranno delle linee guida ufficiali, il Comune convocherà un incontro nel quale condividere le indicazioni operative che varranno per tutti.

Non ci sarà da decidere solo come far accedere i bambini, ma sarà da ripensare anche il regolamento pediatrico in particolare per la fascia 0-6 anni. “Stando al nostro regolamento, un bambino viene dimesso da scuola con la febbre sopra 38, spiega l’Assessore Kusiak, ora con l’emergenza sanitaria in atto, un bimbo a scuola con qualche linea di febbre e la tosse, non potrebbe restare”.

Sono tanti dunque i fattori che dovranno essere valutati prima iniziare ad organizzare una eventuale ripresa dei servizi educativi e dei centri estivi.

“Penso tutti i giorni a eventuali soluzioni soprattutto per i bambini in età prescolare, confessa la Kusiak, ma come si fa, si chiede, a pensare di organizzare dei servizi se non si hanno delle linee guida? La speranza, conclude, è che almeno con i primi giorni di maggio ci vengano date delle indicazioni per poter a nostra volta dare delle risposte alle famiglie”.

Rette azzerate per i mesi di chiusura

Come già annunciato, la retta di Febbraio sarà decurtata del 25% (al momento non è ancora online). Per i mesi successivi non dovrà essere corrisposta nessuna retta fintanto che la scuola rimarrà chiusa.

Nessuna caparra per confermare il posto

Tutte le famiglie che devono solo confermare il posto non dovranno fare nulla. Quest’anno infatti, è emerso nel corso della riunione, non sarà dovuto il deposito cauzionale come in passato. Verrà dato per scontato il mantenimento del posto a settembre, e solo chi volesse ritirare da scuola il proprio figlio o la propria figlia dovrà presentare la rinuncia al posto entro il 5 giugno.

Iscrizioni o trasferimenti

Chi dovrà iscrivere il proprio bambino ai servizi educativi comunali, fare il passaggio dal nido a materna o dovrà chiedere il trasferimento ad altra scuola dovrà presentare domanda entro il 27 aprile. (QUI TUTTE LE INFO)

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome