Home News Attualità Covid-19, ecco come si organizzano pronto soccorso e degenze pediatriche di Cona

Covid-19, ecco come si organizzano pronto soccorso e degenze pediatriche di Cona

0

Un’area di attesa nel Pronto Soccorso e un ambulatorio dedicato ai casi sospetti Covid, identificati attraverso un pre-triage; la predisposizione di un’area della Pediatria, suddivisa in degenza pazienti sospetti e pazienti Covid+, ma anche box di terapia intensiva neonatale da dedicare all’assistenza ai casi Covid, sia sospetti che accertati. 

E’ così che si sono riorganizzati il pronto soccorso e i reparti pediatrici dell’Ospedale di Cona per gestire l’emergenza Covid-19.

Il pronto soccorso pediatrico

Quello di Cona è l’unico pronto soccorso pediatrico della provincia di Ferrara. Dall’inizio dell’emergenza presso il PS Pediatrico è stata individuata un’area di attesa ed un ambulatorio dedicato ai casi sospetti covid, identificati attraverso un’attività di pre-filtro.

Accesso alla Degenza Pediatrica

Una ulteriore misura precauzionale a garanzia della sicurezza dei pazienti pediatrici e dei famigliari è la separazione di quello che è il percorso di ricovero dei pazienti pediatrici Covid negativi dai possibili pazienti sospetti e/o accertati.

E’ stata individuata, pertanto, un’area della Pediatria, adibendola a “Pediatria di Coorte”, dotandola di 7 stanze e 13 posti letto.

Tale Pediatria di Coorte è stata ulteriormente suddivisa in 2 aree : la prima per pazienti pediatrici sospetti,in attesa di referto del test molecolare e una seconda area per i pazienti pediatrici con tampone positivo già accertato.

Nel caso in cui sopraggiunga il referto e risultasse negativo, il bambino verrà trasferito dalla Pediatria di Coorte Area Sospetti presso la Degenza Pediatria ordinaria.

Si è provveduto a garantire elevati standard di sicurezza e, contestualmente, mantenere i livelli di comfort alberghieri. Tali aspetti si devono sommare all’attenzione sempre presente verso il bambino, garantendo anche per i casi accertati/sospetti la presenza sistematica della figura di un famigliare di riferimento, pur adottando nei confronti di quest’ultimi gli standard di sicurezza al fine di evitare la diffusione del contagio.

Terapia intensiva neonatale

Infine, anche per l’eventuale necessità di un ricovero di un piccolo paziente, presso l’area di Terapia Intensiva Neonatale, è stato rivisto il percorso prevedendo la definizione di box di terapia intensiva da dedicare all’assistenza ai casi Covid, sia sospetti che accertati, evitando la promiscuità con i restanti piccoli pazienti.

Percorso nascita

Anche il percorso nascita si riorganizza a fronte dell’emergenza Covid-19, qui tutti i dettagli.

Emergenza Covid-19, come cambia il “Percorso Nascita” dell’Ospedale di Cona

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome