Home News Attualità Emergenza Covid-19, come cambia il “Percorso Nascita” dell’Ospedale di Cona

Emergenza Covid-19, come cambia il “Percorso Nascita” dell’Ospedale di Cona

0

I papà possono assistere al parto solo se hanno “superato” il pre-triage, niente visite in reparto e nessun parente in stanza con la neo-mamma. Sono alcune delle modifiche apportate alle regole degli accessi ai reparti di Ostetricia e al Percorso nascita dell’Ospedale di Cona,  in ottemperanza alle misure di sicurezza previste a fronte dell’emergenza Coronavirus.

L’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara – alla luce delle attuali misure poste in essere per la gestione dell’emergenza Coronavirus – per tutelare la salute di mamme, papà e neonati che si recano all’ospedale di Cona, ha modificato le regole per accedere al Reparto di Ostetricia e Ginecologia. (anche il pronto soccorso e le degenze pediatriche si riorganizzano, qui i dettagli)

PRONTO SOCCORSO OSTETRICO E BLOCCO PARTO

Modalità di acesso

  • Le future mamme devono accedere al Pronto Soccorso Ginecologico attraverso il pre – triage situato in Pronto Soccorso Generale. Durante il pre-triage alla paziente vengono poste, dal personale sanitario, domande inerenti lo stato di salute, eventuali sintomi riconducibili all’infezione da Coronavirus o contatti a rischio. Nell’eventualità la paziente si presenti direttamente al PS ginecologico, il pre-triage viene effettuato attraverso il citofono del Pronto Soccorso Ginecologico prima dell’accesso.

Precauzioni e misurazione temperatura corporea

  • A tutte le partorienti verrà comunque misurata la temperatura corporea.

Accesso futuri papà al Blocco Parto

  • Durante i momenti del travaglio e del parto, ai futuri papà che abbiano superato il pre-triage e che non presentino alcun sintomo riconducibile all’infezione da Coronavirus, è consentito l’accesso al Blocco Parto. Dovranno comunque indossare i necessari presidi di protezione e rispettare tutte le precauzioni previste, come da indicazione del Ministero della Salute.

Visite di parenti durante la degenza

  • Durante tutto il periodo di ricovero presso la degenza del Reparto di Ostetricia e Ginecologia non sono consentite le viste dei parenti.
  • nemmeno i papà non potranno rimanere in camera con mamma e neonato, fino a nuova disposizione.
  • Se la mamma e/o il neonato dovessero avere bisogno di indumenti, prodotti per l’igiene personale o altro, è possibile consegnarli al personale del reparto che provvederà a far avere il tutto alla paziente ricoverata.

Accompagnatori per le dimissioni

  • Al momento della dimissione della mamma e del neonato, una sola persona potrà attenderli rimanendo però all’esterno del Reparto.

PER LE MAMME RISULTATE POSITIVE ALL’INFEZIONE DA CORONAVIRUS SONO PREVISTI PERCORSI DI ISOLAMENTO SPECIFICI.

In ogni caso, per evitare il rischio di esposizioni si allega di seguito una lista di cose, per sé e per il proprio bambino, che si consiglia alle future mamme di portare al momento del ricovero:

PER LE MAMME

  • 2 o 3 camicie da notte o pigiami comodi per l’allattamento;
  • mutande comode;
  • assorbenti;
  • ciabatte;
  • tutto il necessario per l’igiene personale.

PER IL NEONATO

  • 3 o 4 tutine (in ciniglia o cotone, in base alla stagione);
  • 3 o 4 body;
  • calze, bavaglini e 1 berretto;
  • pannolini (1 pacco misura 2-5 Kg);
  • asciugamani;
  • copertina (di lana o cotone in base alla stagione);
  • tutto il necessario per le cure igieniche.

PERCORSO NASCITA AMBULATORIALE

Il Percorso Nascita Ambulatoriale non ha subito modifiche a seguito dell’emergenza Covid-19.

  • La paziente gravida viene presa in carico alla 38esima settimana nell’ambulatorio Gravidanza a termine (GAT) e continua ad essere garantito il percorso di Gravidanza Fisiologica a carico dall’Ostetrica fino alla 41esima settimana.
  • Se si tratta di una Gravidanza a Rischio sono operativi gli ambulatori di Diagnosi Prenatale, Ecografia Ostetrica di II Livello e di Gravidanza a Rischio di I, II e III trimestre.

L’unica modifica che è stata effettuata riguarda la Visita Anestesiologica della 36esima settimana che viene effettuata, secondo le indicazioni riportate sul sito aziendale (consultabili al seguente link: http://www.ospfe.it/reparti-e-servizi/reparti-dalla-n-alla-z/ostetricia-ginecologia/ostetricia-ginecologia-attivita/incontri-analgesia-in-travaglio-1), tramite questionario on-line.Si ricorda che l’ospedale di Cona offre la possibilità a tutti gli utenti e pazienti ricoverati di collegarsi gratuitamente con cellulari e tablet alla linea “EmiliaRomagnaWIFI”, un modo diverso per tenere i contatti con i propri cari in questo difficile periodo.

Ci sta a cuore, spiega una nota dell’Azienda Ospedaliera, far vivere a tutte le mamme e a tutti i papà che accedono al nostro ospedale un’esperienza unica e positiva, anche durante questo particolare momento. Ed è proprio a tale scopo che è finalizzata la riorganizzazione e le numerose limitazioni di accesso; queste, conclude la nota, sono infatti indispensabili per consentire di mettere al primo posto, vista l’epidemia in atto, la tutela della salute di mamme e neonati“.

Guarda il nostro speciale dedicato al Percorso Nascita di Cona

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome