Home News Attualità Coronavirus e truffe: attenzione ai finti infermieri o dipendenti Ausl che vengono...

Coronavirus e truffe: attenzione ai finti infermieri o dipendenti Ausl che vengono a domicilio

0

Finti infermieri, finti operatori dell’Ausl, in realtà impostori senza scrupoli che approfittano del momento di difficoltà attraversato in particolare dalle persone anziane.

Anche la Questura di Ferrara si unisce al monito lanciato dalla Polizia di Stato a fare attenzione e non fidarsi di chi si presenta a domicilio per fare tamponi o disinfettare locali.

In questi ultimi giorni si stanno verificando, in diverse città d’Italia, alcuni tentativi da parte di malintenzionati di raggirare le persone anziane. Sono raggiri, spiega una nota della Polizia,  che questi impostori senza scrupoli mettono in atto per truffare o derubare le loro vittime prescelte.
Finti operatori della Asl hanno tentato di contattare al telefono diverse persone con la scusa di dover fare il tampone per verificare la presenza del coronavirus.
Finti infermieri si sono presentati alla porta di anziani con la scusa di sanificare i soldi.
In una città del Nord Italia un uomo ha tentato d’introdursi in un palazzo dopo aver cercato di convincere una donna di 72 anni, che stava rincasando, di essere un impiegato della Asl e di essere stato mandato per disinfestare il palazzo.
L’anziana però non ha creduto alle parole dell’uomo e ha capito che poteva essere una truffa; determinata gli ha chiuso il portone in faccia mentre una vicina di casa, che aveva assistito alla scena, ha immediatamente chiamato la Polizia, mettendo in fuga il malintenzionato.
“Condividete queste informazioni con gli anziani vostri familiari, i vicini di casa e, invita la Questura estense, segnalate tempestivamente i casi sospetti alle Forze di polizia”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome