Home Per le Mamme Festa della donna: all’Ospedale di Cento visite, ecografie e consulenze gratuite

Festa della donna: all’Ospedale di Cento visite, ecografie e consulenze gratuite

0

Visite ginecologiche, ecografie e consulenze sulla rieducazione del pavimento pelvico gratuite, il prossimo 6 marzo all’Ospedale SS.ma Annunziata di Cento.

Dal 6 al 9 marzo, in occasione della Festa della Donna, Fondazione Onda organizza l’(H)-Open Weekend di ginecologia dedicato all’intimità di coppia e al benessere intimo femminile durante la menopausa. In tutto il territorio nazionale, oltre 200 ospedali del network Bollini Rosa offriranno servizi clinico-diagnostici e informativi gratuiti.

Sul sito www.bollinirosa.it si trova l’elenco dei servizi offerti dagli ospedali aderenti e le modalità di prenotazione.

L’iniziativa è promossa da Fondazione Onda, con il patrocinio dell’Associazione Ginecologi Universitari Italiani, dell’Associazione Ostetrici Ginecologici Ospedalieri Italiani, della Società Italiana Ginecologia della Terza Età, della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia e della Società Italiana Menopausa.

Proprio con l’obiettivo di promuovere la salute della donna e di genere e sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione, i servizi ambulatoriali di ginecologia ed ostetricia di Cento offriranno visite ginecologiche ed ecografie nella giornata di venerdì 6 marzo 2020 dalle ore 14 alle ore 17; inoltre, nella stessa giornata, gli operatori sanitari saranno a disposizione delle pazienti per consulenze sulle problematiche relative alla rieducazione del pavimento pelvico, in particolare nelle donne in che si avvicinano alla menopausa. Le donne troveranno inoltre a loro disposizione materiale informativo dedicato.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere la consapevolezza e la corretta informazione in merito ai disturbi fisici femminili e ai cambiamenti psico-emotivi che derivano dalla menopausa. Tali modificazioni possono influenzare in particolare la salute sessuale, parte integrante dell’equilibrio psico-fisico della donna e del benessere di coppia, che deve essere tutelata.

Tra le problematiche intime che si verificano in questa fase della vita della donna, una speciale attenzione viene dedicata all’atrofia vulvo-vaginale, disturbo che modifica l’apparato urogenitale con conseguenti fastidi che tendono a persistere nel tempo. L’atrofia vulvo-vaginale deve essere considerata una malattia e non una complicanza “inevitabile” della menopausa. Per questo è fondamentale il dialogo con il proprio ginecologo per la scelta della strategia terapeutica più adeguata.

L’(H)-Open Weekend gode del patrocinio di AGUI – Associazione Ginecologi Universitari Italiani, AOGOI – Associazione Ostetrici Ginecologici Ospedalieri Italiani, SIGITE – Società Italiana Ginecologia della Terza Età, SIGO – Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia, SIM – Società Italiana Menopausa ed è reso possibile grazie al contributo non condizionante di Theramex.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.bollinirosa.ito inviare una e-mail a segreteria@ondaosservatorio.it

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome