Home Eventi “Sogni bambini” in scena per la rassegna di Teatro Ragazzi

“Sogni bambini” in scena per la rassegna di Teatro Ragazzi

0

Nuovo appuntamento con la rassegna domenicale di Teatro Ragazzi del Teatro Comunale di Ferrara. In scena presso il Cinema Boldini, domenica 26 gennaio alle 15.30 e in replica per le scuole martedì 28 e mercoledì 29 gennaio alle 10,  Sogni bambini, di e con Ferruccio Filipazzi, creato su un’installazione di Marco Muzzolon.

Lo spettacolo

Forse ci sono cose sugli alberi che gli adulti non riescono a vedere. Anzi, guardando bene, non sono cose, sono case, case costruite sugli alberi. Perché sugli alberi il cielo è più vicino. E le case sugli alberi si sa, le possono abitare solo i bambini.
Installazioni sospese nell’aria che ricordano un tempo sospeso. Quando non è più giorno e non è ancora notte. Non vorresti mai andare a dormire. E il cuore, che batte così forte! Fuori è sempre più buio. E pauroso.
Eppure vorresti uscire, correre, forse volare.
I sogni, nascono dai libri che si leggono prima di addormentarsi, prendono vita dalle ninne nanne che rimangono nelle orecchie prima di chiudere gli occhi, dai carrillons che suonano e che stanno sul comodino e che, come le stelle, fanno diventare il buio meno buio e la paura meno paura.
Le case sugli alberi di solito le abitano solo i bambini, noi adulti possiamo solo costruirle, e lasciare che vengano riempite di fantasia.
Le installazioni sono lettini sospesi e lune e libri della buonanotte, le nuvole cuscini e le stelle piccoli abat-jour.
Quando sarai grande solo l’alba e certi tramonti ti restituiranno sensazioni così. Adesso che sei bambino la magia è nel sangue e sulla punta della lingua. Briciole, quasi niente al cospetto della tua fantasia bruciante, che fa paura quanto è potente e ardita. I sogni di un bambino sono la prova che la felicità esiste.

Il protagonista

Ferruccio Filipazzi, nei suoi spettacoli, ha letto fiabe per i piccolini delle scuole materne e per i bimbi delle elementari, ha raccontato le ansie e le delusioni che accompagnano le giovani vite verso il mondo adulto. Ha narrato pagine familiari per figli, fratelli, genitori, nonni. Ha descritto storie di viaggi, di guerre, di città, di periferie e da allora, come racconta lui stesso, “non ho più smesso. Perché se grande è il piacere di ascoltare, altrettanto grande è quello di leggere e raccontare!”.

Prezzo: 6 euro (intero); 5 euro (ridotto). Info: www.teatrocomunaleferrara.it – tel. 0532 202675

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome