Home News Attualità Elezioni Regionali, cosa c’è da sapere: dal recupero tessere smarrite al voto...

Elezioni Regionali, cosa c’è da sapere: dal recupero tessere smarrite al voto a domicilio

0

Domenica 26 gennaio 2020, dalle 7 alle 23, in Emilia-Romagna si voterà per eleggere l’Assemblea Legislativa e il Presidente della Giunta regionale.

I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23 per il turno unico di votazione visto che la legge regionale non prevede ballottaggio.

Gli aventi diritto al voto

In provincia di Ferrara in 407 sezioni saranno chiamati a votare  285.716 elettori, maschi 137.515,  148.201 femmine.

Tutti i numeri del voto in Emilia Romagna, dai candidati agli elettori.

Tessera elettorale

Gli elettori sono invitati a verificare se sono in possesso della tessera. In caso di smarrimento, deterioramento o esaurimento degli spazi per la certificazione del voto, gli elettori possono chiedere il rilascio di una nuova tessera presso l’Ufficio elettorale negli orari di apertura al pubblico.
Per quanto riguarda le tessere dei nuovi elettori (ad esempio i cittadini che hanno trasferito la loro residenza nel Comune di Ferrara) si segnala che l’Ufficio elettorale sta provvedendo alla consegna delle stesse mediante raccomandata con ricevuta di ritorno.

Aperture straordinarie dell’Ufficio elettorale

L’Ufficio elettorale sarà aperto, oltre ai consueti orari di apertura al pubblico, nei seguenti giorni ed orari:
Lunedì 20 gennaio dalle ore 9:00 alle ore 17:00
Martedì 21 gennaio dalle ore 9:00 alle ore 17:00
Mercoledì 22 gennaio dalle ore 9:00 alle ore 17:00
Giovedì 23 gennaio dalle ore 9:00 alle ore 17:00
Venerdì 24 gennaio dalle ore 9:00 alle ore 18:00
Sabato 25 gennaio dalle ore 9:00 alle ore 18:00
Domenica 26 gennaio dalle ore 7:00 alle ore 23:00

Elettori con difficoltà motorie: servizio gratuito di trasporto ai seggi

Il Comune di Ferrara organizza un servizio gratuito di trasporto ai seggi. Chi volesse usufruirne può prenotare il servizio telefonando ad una delle seguenti associazioni di volontariato:
– Assistenza Pubblica Estense, al numero 0532 903030, preferibilmente entro sabato 25 gennaio;
– Croce Rossa Italiana, al numero 0532 209400 digitando l’interno 2, oppure al 3204343882, prenotando i servizi entro sabato 25 gennaio alle ore 12.00.

Voto a domicilio – Voto assistito

Gli elettori affetti da gravi infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile (in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali), possono chiedere di votare presso il proprio domicilio facendo pervenire al sindaco del proprio Comune di iscrizione elettorale una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano. La dichiarazione attestante questa volontà doveva pervenire al Comune nel periodo compreso tra martedì 17 dicembre e lunedì 6 gennaio 2020 (tale scadenza non è tassativa). Qui tutti i dettagli.

Il sistema elettorale

La Legge regionale 21/2014 disciplina l’elezione dell’Assemblea Legislativa e del Presidente della Giunta regionale.
L’Assemblea Legislativa è composta da 50 consiglieri, compreso il Presidente della Giunta regionale.
I candidati alla carica di Presidente sono collegati a liste o gruppi di liste circoscrizionali (le circoscrizioni coincidono con le 9 Province della Regione).
Viene proclamato Presidente il candidato che consegue il maggior numero di voti a livello regionale.
Per quanto riguarda l’Assemblea Legislativa:
– 40 consiglieri sono eletti con criterio proporzionale sulla base dei voti ottenuti in sede circoscrizionale, con recupero dei voti residui nel collegio unico regionale;
– nel collegio unico regionale viene assegnato un premio di maggioranza, che assicura la rappresentanza delle minoranze. Gli altri 9 consiglieri, così assegnati, sono anch’essi scelti fra i candidati delle liste circoscrizionali sulla base dei voti ottenuti.

Modalità di voto

La votazione per l’elezione del Presidente della Giunta regionale e per l’elezione dell’Assemblea Legislativa avviene su un’unica scheda che riporta il nome e il cognome dei candidati alla carica di Presidente, scritti entro un apposito rettangolo, al cui fianco sono riportati, racchiusi in un più ampio rettangolo, i contrassegni delle liste collegate ai vari candidati.
Si possono esprimere uno o due voti di preferenza. In quest’ultimo caso le preferenze devono riguardare candidati di sesso diverso della stessa lista, pena l’annullamento della seconda preferenza.
Quindi l’elettore può:
a) votare solo per un candidato alla carica di Presidente della Giunta regionale;
b) votare per un candidato alla carica di Presidente della Giunta regionale e per una delle liste a lui collegate;
c) votare disgiuntamente per un candidato alla carica di Presidente della Giunta regionale e per una delle altre liste non collegate a lui;
d) votare solo per una lista: in tal caso il voto si intende espresso anche per il candidato Presidente della Giunta regionale ad essa collegato.

Voto dall’estero

Per le elezioni regionali non è possibile votare dall’estero, né per corrispondenza, né in altro modo.
I residenti all’estero, iscritti all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero), riceveranno una cartolina che li informa delle elezioni, comunica loro la data e dà notizia su come accedere alle agevolazioni di viaggio per rientrare in Italia e votare nella propria sezione elettorale. La cartolina, per legge, deve essere spedita dal Comune 20 giorni dopo la pubblicazione del decreto di indizione.
Per quanto riguarda le agevolazioni di viaggio si può fare riferimento al seguente link: Agevolazioni di viaggio – Regione Emilia-Romagna.

 

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome