Home News Attualità Torna la Colletta Alimentare, 160 punti vendita aderenti in tutta la provincia

Torna la Colletta Alimentare, 160 punti vendita aderenti in tutta la provincia

282
0

1500 volontari e 160 esercizi commerciali daranno vita il prossimo 30 novembre alla 23esima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.

Gli organizzatori invitano a donare alimenti per l’infanzia – tonno in scatola – riso – olio – legumi – sughi e pelati – biscotti, per aiutare 7.569 strutture caritative che accolgono 1.506.000 poveri in Italia.

Nel 2018, in provincia di Ferrara, sono state raccolte 73,8 tonnellate di alimenti, i volontari impegnati sono stati 1.757 in 147 punti vendita aderenti.

La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (GNCA), promossa dalla Fondazione Banco Alimentare. In oltre 13.000 supermercati, 145.000 volontari inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione, che nei mesi successivi verranno distribuiti a 7.569 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano più di 1.500.000 persone bisognose in Italia, di cui quasi 345.000 minori. Gli alimenti consigliati sono quelli di cui necessitano maggiormente le strutture caritative che si rivolgono al Banco Alimentare, ovvero: alimenti per l’infanzia – tonno in scatola – riso – olio – legumi – sughi e pelati – biscotti. Anche quest’anno sarà possibile contribuire alla Colletta facendo la spesa online sulle piattaforme di alcune insegne della grande distribuzione.

Questo gesto, unito all’attività quotidiana di Banco Alimentare, contribuisce concretamente al raggiungimento del goal 2 – sconfiggere la fame – dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Le donazioni di alimenti ricevute il 30 novembre andranno a integrare quanto Banco Alimentare recupera quotidianamente, combattendo lo spreco di cibo. Nel 2018, grazie all’efficienza anche logistica delle 21 sedi regionali di cui si compone la Rete Banco Alimentare, sono state distribuite oltre 90.000 tonnellate di cibo.

Sarà possibile sostenere la Colletta Alimentare anche con un sms al numero 45582 attivo dal 3 novembre al 10 dicembre (il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. Sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, e di 5 o 10 euro da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb, e Tiscali).

La Colletta Alimentare, gesto con il quale la Fondazione Banco Alimentare aderisce alla Giornata Mondiale dei Poveri 2019 indetta da Papa Francesco, é resa possibile grazie alla collaborazione dell’Esercito Italiano e alla partecipazione di decine di migliaia di volontari aderenti all’Associazione Nazionale Alpini, all’Associazione Nazionale Bersaglieri, alla Società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali e a centinaia di altre associazioni caritative.

Main sponsor: UnipolSai Assicurazioni, Eni Partner istituzionale: Intesa Sanpaolo Sponsor: Coca-Cola Partner logistico: Poste Italiane, Parmalat, Galbani, Number 1

LA COLLETTA ALIMENTARE IN EMILIA ROMAGNA – L’iniziativa è stata presentata a livello regionale lunedì 11 novembre a Ravenna, con un convegno che ha visto la partecipazione di Fabio Bacchilega, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, Massimo Cameliani, assessore alle Attività Produttive del Comune di Ravenna e Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus.
“La Colletta Alimentare – dichiara Stefano Dalmonte, presidente del Banco Alimentare Emilia Romagna – ha per noi una valenza innanzitutto educa., oltre che di raccolta. Lo Colletta ci educa e testimonia a tutti che è possibile cambiare pezzi di vita, restituirli alla dignità e alla speranza, spezzando l’indifferenza. Vogliamo ricordare a noi stessi, ai volontari che si adoperano per renderla possibile, e quindi a tutti i nostri concittadini, che solo la gratuità rende realmente umana la convivenza civile e vince l’indifferenza, causa vero di tante ingiustizie. Per questo proponiamo davvero a tutti di partecipare alla Colletta”.
Nel 2018 la Colletta in Emilia Romagna ha visto l’adesione di 19.800 volontari ed ha portato alla raccolta di quasi 844 tonnellate di prodotti in 1.164 punti vendita. Questi alimenti sono stati distribuiti alle 791 organizzazioni caritative convenzionate con Banco Alimentare.
Seguono alcuni dati sintetici relativi all’attività quotidiana del Banco Alimentare sulla provincia di Ferrara e sul Comune di Ferrara
• Nel 2019 le organizzazioni beneficiarie in Provincia sono 90 e le persone bisognose sostenute 13.631. Nel 2018 il Banco ha distribuito alle strutture beneficiarie del territorio provinciale 1.202.083 kg. di alimenti (Co letta Alimentare compresa), convertibili in 2.400.000 pasti equivalenti*
• Nel 2019 le organizzazioni beneficiarie nel Comune sono 38 e le persone bisognose sostenute 6.993. Nel 2018 il Banco ha distribuito 739.476 Kg. di alimenti (Colletta Alimentare compresa), convertibili in circa 1.500.000 pasti equivalenti*:
1 pasto equivalente corrisponde ad un mix di 500 gr di alimenti (stima adottata dalla European Food Banks Federation)

Si ringrazia per il sostegno alla 23′ GIORNATA NAZIONALE DELLA COLLETTA ALIMENTARE in EMILIA ROMAGNA Fondazione Cariparma _ Fondazione Cassa di Risparmio di Reggio Emilia “Pietro Manodori” _ Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna _ Fondazione Cassa di Risparmio di Imola _ Fondazione di Piacenza e Vigevano _ Comune di Cervia _ Comune di Fidenza _ Comune di Modena _Comune di Ravenna _Comune di Russi _Unione Reno Galliera _ Confartigianato di Cesena _ Clai s.c.a._ Conserve Italia s.c.a._ La Galvanina s.p.a._ TeaPak s.r.l.

Enti patrocinanti in EMILIA ROMAGNA Regione Emilia Romagna _ Ufficio Scolastico Regionale _ Comune di Copparo _ Comune di Modena _ Comune di Parma _ Comune di San Giovanni in Persiceto.

Per informazioni Elena Mazza _ T 0542-29805 E comunicazione@emiliaromagna.bancoalimentare.it

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome