Home In Famiglia Associazioni Sport e solidarietà per la quarta edizione di AILoveLife

Sport e solidarietà per la quarta edizione di AILoveLife

229
0

Una giornata intera di lezioni di fitness tenute da 33 insegnanti provenienti dall’Italia e dall’Europa che coinvolgeranno i partecipanti con Aerobica, Step, Condizionamento Muscolare, Allenamento Funzionale, Zumba, Street Workout, Spinning, Hip-Hop, House, Pound, Pole Dance, Kombat, Pilates e Salsa Cubana.

E’ tutto pronto per quarta edizione di “AILoveLife 4 -Io amo la vita- Sostengo la ricerca e gli ammalati praticando sport” che si svolgerà domenica 10 novembre al Palapalestre di Ferrara.

Evento di grande solidarietà e di promozione allo sport con l’obiettivo di raccogliere fondi per l‘Associazione Italiana contro le Leucemie Sezione di Ferrara, per sostenere la ricerca e dare nuove speranze agli ammalati del centro di Ematologia ed Oncoematologia pediatrica del S. Anna di Ferrara.

Ideatrice dell’evento è Patrizia Vincenzi, docente della Federazione Italiana Fitness, che vuole ricordare il padre, deceduto per un linfoma celebrale, in prossimità del suo compleanno.
Nella consapevolezza di operare per una giusta causa, saranno presenti 33 insegnanti con nomi altisonanti ed avranno a disposizione 45 minuti di lezione per coinvolgere i partecipanti nelle discipline più varie: Aerobica, Step, Condizionamento Muscolare, Allenamento Funzionale, Zumba, Street Workout, Spinning, Hip-Hop, House, Pound, Pole Dance, Kombat, Pilates e Salsa Cubana. La novità di quest’anno è la lezione in “silent action”, in concomitanza, attraverso delle cuffie in collegamento wireless.
La manifestazione si terrà al Palapalestre “Padre John Caneparo” (via Tumiati 5, Ferrara) domenica 10 novembre 2019 e avrà inizio alle ore 9,30 (apertura ore 8,30 della segreteria). Gli organizzatori auspicano, in apertura dell’evento, un intervento del Primario di Ematologia, il Prof. Antonio Cuneo, per illustrare ai presenti l’importanza della ricerca e delle cure, che oggi hanno ottimi risultati in termine di guarigione.
L’obiettivo è quindi duplice: beneficienza e solidarietà e promozione allo sport, al movimento in termini di salute.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome