Home Divertirsi Biblioteche #ioleggoperchè, i bambini di Fiscaglia “invadono” la libreria Testaperaria

#ioleggoperchè, i bambini di Fiscaglia “invadono” la libreria Testaperaria

350
0

Il prossimo giovedì 24 ottobre, gli alunni delle quinte classi frequentanti la scuola primaria “E. De Amicis” di Massa Fiscaglia saranno ospiti della libreria Testaperaria di Ferrara.
L’esperienza rientra nel progetto #IOleggoperché, la più grande iniziativa di promozione della lettura sul territorio nazionale, creata dall’Associazione Italiana Editori.

Gemellata per l’occasione con due librerie della città, IBS+LIBRACCIO e Testaperaria, gli alunni parteciperanno a questa manifestazione con un reading collettivo, un modo di godere insieme dei libri e delle storie, questa volta in un ambiente diverso dalle biblioteche o dalle aule scolastiche, cioè negli ampi spazi messi a disposizione dalla Libreria Testaperaria.

I piccoli lettori sono già da tempo impegnati con le loro insegnanti in laboratori che li avvicinano al mondo dei libri attraverso l’ascolto, il gioco, la creazione di nuove storie e libri costruiti insieme. In particolare, l’istituto fiscagliese, si è distinto per l’organizzazione delle giornate “Incontriamo l’autore”, che consentono agli alunni di conoscere la genesi dei libri di storie dalla viva voce di un autore di letteratura dell’infanzia, invitato anche a collaborare ai laboratori organizzati a scuola, e per la realizzazione di uno spazio “biblioteca” sempre più ricco, gestito da corpo docente e alunni.
“Invitiamo le famiglie” ha detto il sindaco di Fiscaglia Fabio Tosi “a sostenere i nostri giovani lettori, condividendo con loro questa bella e istruttiva esperienza a Ferrara e magari comprando qualche libro da aggiungere agli scaffali della scuola di Massa Fiscaglia”.
Questa invasione in libreria è inserita nella settimana giusta, visto che dal 19 al 27 ottobre è possibile donare un libro agli istituti scolastici nelle librerie convenzionate. Anche gli Editori faranno la loro parte: al termine dell’iniziativa nazionale, destineranno alle scuole di tutta Italia un monte libri pari al numero dei libri donati dal pubblico.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome