Home News Attualità Seggiolini anti-abbandono, c’è la firma del Ministro: ora sono obbligatori

Seggiolini anti-abbandono, c’è la firma del Ministro: ora sono obbligatori

355
0

Ancora pochi giorni, il tempo della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, e l’obbligo di installazione dei dispositivi antiabbandono sui seggiolini per i bambini di età inferiore ai 4 anni sarà operativo.

La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha infatti firmato il decreto attuativo dell’articolo 172 del Nuovo codice della strada per prevenire l’abbandono di bambini nei veicoli.

Doveva entrare in vigore il 1 Luglio 2019 ma una serie di rallentamenti burocratici l’introduzione dell’obbligo si era fermata.

Cosa prevede la nuova norma

  • Il disegno di legge prevede dunque un obbligo di utilizzo, di un dispositivo acustico e luminoso che avvisi della presenza del bambino anche quando l’auto è spenta e chiusa, per chi trasporta bambini fino a quattro anni. L’obbligo è solo per chi conduce autovetture e autocarri.
  • Le sanzioni sono quelle già previste dal Codice della Strada per chi non allaccia la cintura o fa viaggiare i bambini senza il seggiolino: una multa da 81 euro a 360 euro, una decurtazione di 5 punti e, in caso di recidiva nel biennio, la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi.

I dispositivi antiabbandono saranno obbligatori per bambini di età inferiore a 4 anni, anche se a questo punto c’è un incongruenza legata al fatto che il comma 1 dell’art. 172 Del nuovo codice della strada impone l’obbligo di assicurare, con gli appositi sistemi di ritenuta, i bambini di statura inferiore a m. 1,50 (Cioè, secondo comune esperienza, di età fino a 10 anni e anche oltre), mentre il comma 1-bis dello stesso articolo, introdotto dalla legge n. 117/2018, Introduce l’obbligo di utilizzare i dispositivi antiabbandono solo per i bambini di età inferiore a 4 anni.

Gli incentivi per l’acquisto dei dispositivi

Con la Legge di Bilancio 2019 approvata in via definitiva il 30 dicembre e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 31 dicembre 2018, è stato autorizzato lo stanziamento di un milione di euro per l’anno 2019 per incentivare l’acquisto di sistemi di allarme per prevenire l’abbandono dei bambini nei veicoli.

Un altro milione di euro sarà stanziato per agevolare l’acquisto di dispositivi anti-abbandono anche nell’anno 2020.

Al momento non sono ancora note le modalità per usufruire di questi incentivi. Si parla ad esempio di una riduzione dell’iva sull’acquisto, dal 22 al 4 %.

I dispositivi

Le caratteristiche del dispositivo saranno fissate da un decreto del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, che dovrà anche vagliare l’idoneità di quelli già in commercio. Al momento non è prevista alcuna sostituzione degli attuali seggiolini.

La nuova legge obbliga ad utilizzare un apposito sistema di allarme volto a prevenire l’abbandono del bambino e non fa riferimento diretto che il sistema debba essere integrato nel seggiolino.

Esistono e sicuramente saranno prodotti nuovi seggiolini auto con questi dispositivi d’allarme integrati, ma non è l’unico modo in cui si può rispettare la nuova legge.

Previa certificazione, potrebbero essere aggiunti degli strumenti ausiliari agli attuali seggiolini oppure potrebbero essere adottate delle strumentazioni completamente estranee al seggiolino auto come ad esempio telecamere per il rilevamento del movimento all’interno dell’auto spenta (un po’ come succede per i normali sensori d’antifurto installati in tante abitazioni) o dei sensori di calore, ecc.

Attualmente il costo dei modelli disponibili si aggira tra i 50 ed i 100 euro. Ma non si sa ancora se le loro caratteristiche rispetteranno le specifiche che ancora non sono state emesse.

Si stima che nel mondo in 20 anni siano stati almeno 600 i bambini chiusi in auto e morti per colpo di calore. 

Il dramma dei bambini dimenticati in macchina, spesso con esiti mortali, non è certo attribuibile a mancanza di amore o trascuratezza: chi vive un’esperienza così atroce parla di un vero e proprio black-out, da cui ci si riprende solo al momento dell’agghiacciante scoperta, gli esperti la chiamano amnesia dissociativa. Per scongiurare questi eventi il Parlamento aveva approvato una legge che introducesse l’obbligo dei seggiolini anti abbandono.

All’interno di un’automobile le temperature possono raggiungere velocemente valori molto elevati. Evitare di lasciare i bambini da soli in macchina, anche se per brevi soste.

“Mai lasciare i bambini da soli in auto!”, il vademecum del Ministero della Salute

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome