Home Rubriche Nascere a Ferrara, la Neonatologia e la Terapia Intensiva Neonatale del S....

Nascere a Ferrara, la Neonatologia e la Terapia Intensiva Neonatale del S. Anna

835
3

In Italia circa il 10% dei parti avviene prima delle 37 settimane di gravidanza, In Emilia Romagna ogni anno nascono oltre 3000 bambini prematuri, il 10% dei quali sono i cosiddetti “grandi prematuri”, cioè che pesano meno di un kilo e mezzo e sono sotto le 31 settimane gestazionali.

Per questi bambini i primi istanti di vita, e l’assistenza che riceveranno immediatamente dopo essere venuti alla luce sono fondamentali. Una Terapia Intensiva Neonatale attrezzata può salvare la vita a questi piccoli e comunque contribuire a limitare i danni che una nascita fortemente pretermine può provocare.

Ma ogni evento “nascita” può avere delle complicanze per il bambino, piccole che si risolvono con qualche ora di osservazione o pochi giorni di degenza, più complesse per quali magari sono neccessari lunghi ricoveri o addirittura interventi chirurgici.

In provincia di Ferrara tutto questo viene gestito dall’Unità Operativa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’Arcispedale S. Anna. Un reparto d’eccellenza che Ferrarafamiglie.it è andata a conoscere da vicino con la collaborazione del Prof. Giampaolo Garani, direttore dell’U.O.C. di Neonatologia e TIN dell’Aospfe e della caposala degenze Maria Grazia Cristofori.

La TIN di Cona

Quella di Cona è una delle 8 terapie intensive neonatali della Regione Emilia Romagna. Un reparto ad alto intervento assistenziale, di terzo livello, che accoglie bambini prematuri, addirittura dalla 23 esima settimana di gestazione, ma anche bambini nati a termine che possono presentare alla nascita problematiche di lieve entità come ittero, basso peso o necessità di glucosio, o patologie più complesse, congenite o sopravvenute nel corso o a seguito del parto.
Il reparto è suddiviso in diversi settori: la terapia intensiva e semintensiva del neonato dove vengono ricoverati bambini estremamente prematuri, di peso alla nascita molto basso oppure
affetti da patologie importanti nati a Ferrara oppure in altri ospedali della provincia e delle province e regioni limitrofe.
La patologia neonatale accoglie neonati con malattie minori oppure in accrescimento/allevamento, ed è presente anche un settore per l’assistenza intensiva e semi-intensiva per pazienti di età postneonatale che provvengono dal Pronto Soccorso, dalla Degenza Pediatrica, dalla Chirurgia Pediatrica e dalla Chirurgia Maxillo-Facciale.
L’assistenza del reparto viene sempre garantita anche ai neonati a termine, che stanno bene e restano in camera con la mamma nella clinica Ostetrica.

Alla unità fanno capo inoltre una serie di ambulatori specialistici e spesso attorno al neonato c’è una rete di professionisti la cui collaborazione inizia prima ancora che il bambino nasca.

Il reparto è aperto, per le mamme e i papà 24 ore su 24. Alle mamme viene offerta anche la possibilità di restare presso il reparto dove vengono garantiti 4 posti letto in regime di vitto e alloggio.

Tutto questo è completato da presenza settimanale nel reparto della psicologa Tiziana Vacca, che viene garantita grazie al contributo dell’Associazione Nati Prima. Una realtà nata da genitori che hanno i proprio bambini in Tin e che da diversi anni sostiene il reparto organizzando iniziative pubbliche e raccolte fondi, grazie alle quali ad esempio sono stati acquistate attrezzature come il pastorizzatore per il latte materno o il un ventilatore neonatale/pediatrico e di un videolaringoscopio.

Donare il latte materno, un gesto d’amore prezioso per i bambini prematuri

“Nati prima”, le iniziative a Ferrara per la Giornata Mondiale della Prematurità

3 Commenti

  1. Complimenti davvero ai colleghi e al prof G. Garani, a tutta l’equipe che lavora nella Terapia Intensiva Neonatale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Cona Ferrara per il grande lavoro che svolgono salvando le vite, migliorando con la loro professionalità, sforzo ed impegno, il percorso di vita dei neonati prematuri, Auguri davvero cari colleghi, continuate cosi, grazie

  2. abbiamo vissuto mesi indimenticabili in questo reparto.
    la professionalità del Prof. Garani e di tutto lo Staff della tin non ha paragoni per quanto ci riguarda
    non troviamo parole che possano descrivere la nostra profonda riconoscenza ed il nostro affetto.
    Ci hanno accompagnato nei momenti più difficili e terrificanti della nostra vita.
    Solo chi attraversa quelle porte sa cosa significa.
    Grazie con tutto il cuore

  3. Non è molto che siamo tornati a casa…66 giorni lunghi e intensi..tanti alti e bassi ma alla fine hanno salvato Mirko…persone straordinarie, umane e amorevoli! Le mura della tin non mi mancheranno per niente…ma tutto lo staff è nel nostro cuore…grazie di tutto…

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome