Home Video Nido e materna, come affrontare l’inserimento? Risponde la psicologa

Nido e materna, come affrontare l’inserimento? Risponde la psicologa

507
0

L’inserimento al nido o alla materna è il momento in cui il bambino inizia a frequentare un nuovo ambiente con la presenza del genitore.

Per i più piccoli viene organizzato in due o più giornate, rendendo graduale il distacco dalla mamma o dal papà e l’ambientamento nella nuova realtà in cui il bambino trascorrerà la giornata senza i genitori.

E’ un passaggio delicato che necessità di essere vissuto in maniera serena soprattutto da parte dei genitori per non trasmettere le nostre paure al bambino e fargli vivere il suo nuovo percorso in tranquillità.

La dottoressa Eleonora Perriello, Psicologa dell’età evolutiva, ci ha spiegato quali sono le fasi dell’inserimento e come affrontarlo al meglio.

E se il bambino dovesse andare in crisi? La prima regola, spiega la psicologa, è quella di non farci prendere dai sensi di colpa e mostrarci sicuri e tranquilli rassicurando il piccolo sul fatto che i genitori torneranno a prenderlo. Perché la paura più grande che hanno i bambini che affrontano l’ingresso soprattutto al nido, è quella di essere “abbandonati”. Quello che li spaventa non è tanto l’ambiente nuovo e le persone che non conoscono il fatto di vedere il genitore che si allontana. E’ importante dunque, conclude la psicologa, mantenere la calma e magari ricordare al bambino altri momenti in cui la mamma o il papà si sono allontanati tornando poi a prenderlo.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome