Home Tutti a scuola Asili Nido Tariffe di asili, materne e spazi bambino del Comune di Ferrara: come...

Tariffe di asili, materne e spazi bambino del Comune di Ferrara: come si calcolano e come si pagano

1490
0

Per il calcolo delle rette di asili nido, scuole dell’infanzia e spazi bambino comunali di Ferrara, vengono utilizzate fasce di reddito in base all’ISEE.

Le fasce previste, per la retta di nidi e materne, sono 17. Le famiglie che rientrano nel primo scaglione, ovvero quello da 0 a 3000 euro, sono esonerate dalla retta. Quelle invece che invece non presentano l’ISEE oppure rientrano nell’ultima fascia, quella sopra i 45mila euro ISEE annui, dovranno contribuire con il massimo della retta ovvero 405 euro mensili.

E’ prevista la riduzione del 20% della retta qualora nel loro nucleo familiare sia presente un altro minore in età da 0 fino al compimento del 14° anno di età al momento della presentazione della domanda d’iscrizione. Tale percentuale è elevata al 30% nel caso in cui gli altri minori siano 2 e al 40% nel caso in cui gli altri minori siano 3 o più.
Richiesta modifica retta per nuovo ISEE e/o nascita di altro figlio
E’ prevista anche la riduzione del 10% per i possessori della Family Card.

Rette attualmente in vigore 

Rette MATERNA orario di uscita 17:00
Rette MATERNA orario di uscita 14:00

Rette NIDO orario di uscita 17:00
Rette NIDO orario di uscita 14:00

Per gli Spazi Bambino le fasce di reddito sono 5 Le famiglie che rientrano nel primo scaglione, ovvero quello da 0 a 3000 euro, sono esonerate dalla retta. Quelle invece che invece non presentano l’ISEE oppure rientrano nell’ultima fascia, quella sopra i 45mila euro ISEE annui, dovranno contribuire con il massimo della retta ovvero 125 euro mensili per Piccola Casa e 160euro mensili per Piccole Gru.
Spazio bambini Piccola Casa
Spazio bambini Piccole Gru

Il Comune di Ferrara mette a disposizione uno strumento di calcolo automatico delle rette a questo link: CALCOLO RETTA

Modifiche

  • E’ possibile richiedere una variazione all’orario di frequenza una sola volta nel corso d’anno.
  • Non è più possibile chiedere il cambio del genitore pagante per gli anni scolastici terminati

Come si pagano le rette

Nuove modalità di pagamento

Servizi scolastici comunali, dal 12 giugno nuovo sistema di pagamento

  • con bonifico bancario o postale a favore del conto corrente postale n. 10195444 intestato a “ISTITUZIONE dei Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie del Co.Fe – rette – servizio tesoreria” IBAN IT57 V076 0113 0000 0001 0195 444 indicando nome e cognome del bambino, scuola frequentata, nome del servizio e anno scolastico.
    Codice BIC (SWIFT) per pagamenti internazionali: BPPIITRRXXX.
    AI FINI DEL BONUS NIDO, per la corretta compilazione delle ricevute di pagamento, consultare sempre il sito INPS e le circolari di riferimento.
  • presso gli Uffici postali, versando l’importo da pagare sul ccp.n. 10195444 intestato a “ISTITUZIONE dei Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie del Co.Fe – rette – servizio tesoreria”. AI FINI DEL BONUS NIDO, per la corretta compilazione delle ricevute di pagamento, consultare sempre il sito INPS e le circolari di riferimento.

Quando si pagano le rette

  • Il pagamento della retta deve avvenire entro il giorno 5 del mese successivo a quello di frequenza, nelle modalità riportate sotto.
  • Gli utenti dei Servizi Educativi Comunali hanno l’obbligo di pagare la retta di frequenza, nella misura e con i tempi stabiliti dalla Istituzione Scolastica.
  • La retta, stabilita dalla Istituzione Scolastica e preventivamente accettata dall’utenza, deve essere corrisposta:per i vecchi iscritti con l’inizio dell’anno scolastico; per i nuovi iscritti con la data di inserimento sottoscritta e concordata con la scuola.

Riduzione retta per giorni frequenza

  • Per Nidi e Scuole d’infanzia la riduzione della retta mensile nella misura del 20% è prevista nel caso in cui il bambino abbia frequentato rispettivamente da 0 a 10 giorni, anche non consecutivi, sempre nel corso dello stesso mese con uscita da scuola alle ore 17:00. Nel caso di uscita alle ore 14:00 lo sconto frequenza è del 10%. Per gli Spazi Bambino la riduzione si applica per frequenze, rispettivamente, da 0 a 9 giorni (servizio su 4 gg. Settimanali) e da 0 a 6 giorni mensili (servizio 3 gg. Settimanali).
  • Il conguaglio della retta versata in eccedenza per ridotta frequenza del bambino o per variazione di retta assegnata, viene effettuato dal genitore stesso nel mese successivo.

Ritiro da scuola

  • Il pagamento della retta può cessare solo a seguito di formale rinuncia al servizio, presentata dal genitore al Punto Unico. Se nel mese in cui viene presentata la rinuncia il bambino non ha mai frequentato, il genitore è esentato dal pagamento della retta prevista per quel mese.
    Scarica il modulo “Ritiro da scuola” dalla pagina Modulistica da trasmettere all’ufficio Punto Unico.

Mancato pagamento della retta

  • L’Amministrazione Comunale, nel caso in cui i versamenti non siano effettuati regolarmente, sollecita i genitori morosi a provvedere al pagamento delle somme dovute.
  • Al termine di ogni anno scolastico l’Amministrazione Comunale procederà al recupero delle somme dovute mediante riscossione coattiva delle stesse.
  • Nulla sarà dovuto qualora l’utente risulti debitore di una somma inferiore o pari a quella prevista dal Regolamento di Contabilità dell’Istituzione. Analogamente, nulla sarà restituito all’utente qualora risulti creditore di una somma pari o inferiore a quella di cui sopra.

(fonte edufe.it)

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome