Home News Attualità Obbligo vaccini e scuola, termini scaduti: a Ferrara solo 7 i casi...

Obbligo vaccini e scuola, termini scaduti: a Ferrara solo 7 i casi di “irregolari”

467
0

Su 1150 iscritti alle scuole di competenza comunale solo 7 non hanno presentato la documentazione richiesta in materia di vaccini.

Il termine ultimo per depositare tale documentazione era il 10 luglio, ora il Comune di Ferrara applicherà quanto previsto dalla normativa nazionale vigente (il Decreto legge 7 giugno 2017 n. 73, modificato dalla Legge di conversione n. 119 del 31 luglio 2017). La medesima legge all’articolo 3 bis comma 3, specifica che “i dirigenti invitano i genitori a depositare entro il 10 luglio la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni, ovvero l’esonero, l’omissione, il differimento delle stesse o la presentazione della formale richiesta di vaccinazione all’Azienda sanitaria locale territorialmente competente”.

La legge prevede l’obbligo della vaccinazione per le iscrizioni all’asilo nido e alla scuola materna e, con modalità diverse, riguarda anche le scuole elementari, scuole medie e i primi due anni delle superiori, fino ai 16 anni. Di conseguenza i bambini da zero a sei anni non in regola con le vaccinazioni non possono accedere agli asili nido e alle scuole dell’infanzia; bambini e ragazzi nella fascia d’età da 6 a 16 anni potranno entrare a scuola. In entrambi i casi, se i genitori rifiuteranno ripetutamente di far vaccinare i figli dopo colloqui e solleciti da parte delle Asl, incorreranno nelle sanzioni pecuniarie previste dalla legge.

Per l’anno scolastico 2019-2020, non sono previste proroghe, come invece accaduto lo scorso anno con la circolare dei ministri Grillo-Bussetti.

Per quanto riguarda il Comune di Ferrara alle scuole di competenza risultano iscritti in totale 1550 bambini. Per 7 di questi (di cui 4 nuovi iscritti) i genitori non hanno presentato la documentazione richiesta; altri 7 risultano non vaccinati, ma i genitori hanno presentato richiesta di vaccinazione, mentre per altri 19 le vaccinazioni, sia pure non completate, risultano in corso.

Le vaccinazioni obbligatorie previste dalla legge sono dieci.
Si tratta di anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome