Home Eventi Comacchio celebra la classicità con una mostra ispirata all’Iliade

Comacchio celebra la classicità con una mostra ispirata all’Iliade

433
0

Sculture, affreschi e vasi figurati, per percorrere un viaggio nella storia e nella letteratura. 

Il 16 marzo 2019, alle ore 12, inaugura a Palazzo Bellini una nuova esposizione temporanea, ispirata alla più antica opera scritta dell’Occidente: l’Iliade di Omero e che rappresenta un nuovo capitolo della collaborazione tra il Comune di Comacchio e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Il poema omerico, attorno al quale ruota la mostra, narra la prima “guerra mondiale”, uno scontro durato dieci anni che coinvolse i popoli del Mediterraneo e dell’Asia. Celebrati dalle parole di Omero, raffigurati su vasi, affreschi, rilievi, monumenti, fonte inesauribile di ispirazione per artisti e poeti di tutto il mondo e di tutte le epoche fino ai giorni nostri, i miti e i personaggi della guerra di Troia rappresentano la matrice primigenia della cultura europea.
Un’attenta selezione di opere originali tra sculture, affreschi e vasi figurati, provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli e dal Parco Archeologico dei Campi Flegrei, viene presentata in una cornice evocativa, con suggestioni che spaziano dall’epica al teatro, dalla realtà archeologica alla mitologia, dalla storia dell’arte alla letteratura.
Il percorso inizia con le parole di Omero, che introduce gli dei e gli eroi di una storia immortale, e prosegue con gli antefatti e le profezie che porteranno alla guerra. L’accampamento, le battaglie sotto le mura di Ilio, l’ira di Achille e lo stratagemma del cavallo condurranno i visitatori alla caduta fatale e tragica della città “dalle belle mura”.
Ancora una volta la collaborazione tra il Comune di Comacchio e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli offre la possibilità di ammirare, lontano dai depositi che li custodiscono, capolavori del patrimonio archeologico mondiale.

Interverranno:
Alice Carli, Assessore alla Cultura
Lorenzo Zamboni/Carla Buoite, Curatori mostra
Caterina Cornelio, Direttore Museo Delta Antico
Marco Fabbri, sindaco di Comacchio
Marcella Zappaterra, consigliere regionale ER

moderatore: Roberto Cantagalli

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome