Home News Vaccini e gravidanza, quali fare e quando farli per proteggere se stesse...

Vaccini e gravidanza, quali fare e quando farli per proteggere se stesse e il bambino

472
0

Le vaccinazioni contribuiscono a rendere più sicura la gravidanza e a proteggere il bambino. I vaccini sono gratuiti per le donne in età fertile e in gravidanza e per questo la Regione Emilia Romagna ha promosso una vera e propria campagna di sensibilizzazione e informazione per far capire alle future mamme l’importanza di queste vaccinazioni, e i rischi che corrono, nell’eventualità di una delle malattie indicate, assieme ai loro bambini.

Vaccini da effettuare prima di una gravidanza

Morbillo – parotite – rosolia – varicella
Prima della gravidanza assicurati di essere stata vaccinata contro morbillo parotite rosolia e varicella o di avere già avuto le malattie. Queste patologie possono creare problemi anche gravi alla mamma e al neonato, se contratte in gravidanza. Il ciclo vaccinale ( due dosi) va completato almeno un mese prima di rimanere incinta.

Vaccini da effettuare durante la gravidanza

Difterite – tetano – pertosse
Raccomandata nel 3 trimestre di gravidanza, protegge da tetano e difterite ma in particolare dalla pertosse, una malattia molto grave nei primi mesi di vita del bambino. oltre a proteggere la mamma consente la trasmissione di anticorpi al bambino prima della nascita.

Influenza
La vaccinazione antinfluenzale viene eseguita nel 2 e 3 trimestre di gravidanza. L’influenza aumenta il rischio di ospedalizzaizone materna, prematurità, parto cesareo, sofferenza fetale, basso peso del nascituro e interruzione di gravidanza.

Vaccini da effettuare dopo la gravidanza

Morbillo – parotite – rosolia – varicella
Se le vaccinazioni non sono state eseguite prima della gravidanza e non si sono avute le malattie si raccomanda di vaccinarsi subito dopo il parto. Queste vaccinazione possono essere eseguite anche durante l’allattamento.

Difterite – tetano – pertosse                                                                                       Se le vaccinazioni non sono state eseguite prima della gravidanza può essere fatta dopo il parto, anche se il suo effetto protettivo sul neonato è molto minore e sarebbe opportuna la vaccinazione dei famigliari e delle persone frequentate abitualmente.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome