Home Eventi Festa dell’albero 2018, a Ferrara distribuzione gratuita di 1200 piante

Festa dell’albero 2018, a Ferrara distribuzione gratuita di 1200 piante

0

1200 alberi distribuiti gratuitamente, laboratori e attività divulgative. Ferrara celebra così la Festa dell’albero 2018.

L’Appuntamento è per Giovedì 22 novembre 2018 dalle 9 alle 15.30 nella Palazzina dei Bagni Ducali (viale Alfonso d’Este 17, Ferrara) con la distribuzione gratuita di 1200 piante fornite dalla Regione Emilia-Romagna, che sono: Acero campestre, Alaterno, Bagolaro, Crespino, Farnia, Frassino agustifolia, Ginepro comune, Ligustro selvatico, Nocciolo, Prugnolo, Sanguinello, Spino cervino.

Durante la mattinata si terranno laboratori e attività divulgative sugli alberi a cura delle Guardie ecologiche volontarie. In distribuzione anche la pubblicazione del Centro Idea che illustra le caratteristiche delle piante autoctone regionale.

Questa iniziativa è inserita nella “Settimana Unesco per l’Educazione alla Sostenibilità” che si svolgerà dal 19 al 26 novembre e avrà come tema “Fuori dalla plastica: un percorso da costruire!”.
Gli alberi e gli arbusti oltre ad avere un ruolo estetico per i nostri parchi e giardini svolgono importanti compiti per la comunità, purificano l’aria, producono ossigeno, agiscono come barriere visive e acustiche, riducono il deflusso delle acque piovane, catturano polveri, particolati e PM10. Ci aiutano a risparmiare energia grazie al potere rinfrescante in estate, utilizzando gli alberi in città è possibile moderare l’effetto isola di calore causato dalla copertura del suolo e dagli edifici. Piantando alberi e arbusti, si può ricostruire nelle zone urbanizzate un ambiente più naturale, attraente per uccelli e fauna selvatica.
La Giornata nazionale degli alberi è stata istituita dalla legge n. 10 del 2013 con lo scopo di sensibilizzare tutti i cittadini alla cura del patrimonio arboreo, dei boschi e del verde urbano, fonti preziose di risorse utili a migliorare la qualità dell’aria e la vivibilità delle città, prevenire il dissesto idrogeologico e proteggere il suolo e la biodiversità.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome